I corsi di aggiornamento per gli Ispettori dei centri di controllo privati non possono avere luogo. Così comunica il Dipartimento dei trasporti.

I corsi di aggiornamento per gli Ispettori dei centri di controllo privati non possono avere luogo. Così comunica il Dipartimento dei trasporti.

I corsi di aggiornamento per gli Ispettori dei centri di controllo privati non possono avere luogo. Così comunica il Dipartimento dei trasporti.

Le imprese iscritte al registro imprese per l’attività di autoriparazione e abilitate solo ad una delle sezioni meccanica-motoristica e elettrauto devono regolarizzare la posizione entro il 4 gennaio 2023

Revisione, tariffa e bonus veicoli sicuri. Controlla le tariffe e scarica i cartelli da

DECRETO TRASPORTI:

entro 30 giorni le commissioni d’esame per i candidati Ispettori addetti alla revisione dei veicoli a motore

 

 

Con il Decreto Legge n° 121 del 10/09/2021 c.d. “Decreto Trasporti” sono state emanate alcune disposizioni in merito agli esami per i candidati Ispettori addetti alla revisione dei veicoli a motore.

In particolare all’art. 1 comma 6 si prevede che “ … il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, con decreto da adottarsi entro 30 giorni dall’entrata in vigore della presente disposizione, individua il numero e la composizione delle commissioni di esame, nonché i requisiti e le modalità di nomina dei relativi componenti ai fini degli esami di abilitazione degli ispettori che svolgono gli accertamenti periodici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi …”

Finalmente ci siamo! Dopo mesi di attesa, di disagi ed incertezza per gli operatori del settore ora si inizia ad intravedere un po’ di chiarezza e qualche passo in avanti che non guasta. Inoltre il dispositivo prevede anche che “ … in relazione all’anno 2021, al fine di consentire l’avvio delle attività delle commissioni esaminatrici … è autorizzata la spesa di euro 200.000 … “

Tutto ciò ci induce a pensare che entro l’anno sarà possibile svolgere almeno una sessione di esame per zona. Tuttavia, prudenzialmente, restiamo in attesa di ulteriori e più specifici provvedimenti ministeriali.