Eventi

Percorso formativo aperto a appassionati del restauro e a tecnici del settore rivolto a coloro che intendono apprendere le:

LABORATORIO TECNICHE DI BATTILAMIERA APPLICATE AL RESTAURO

 

 

L’ARTE DEL BATTILAMIERA

La figura del battilamiera sta scomparendo nonostante i lavori di coloro che ancora possono chiamarsi battilamiera siano più opere d’arte che semplici attività.

Si tratta di fatto di un lavoro di altissimo artigianato che richiede anni di esperienza per ottenere una buona manualità nel modellare i metalli a freddo con pochissimi strumenti, il più delle volte costruiti appositamente.

Con la nuova ottica del cambiare ogni pezzo danneggiato questa arte sta scomparendo e trovare dei battilamiera qualificati è sempre più difficile.

 

battilamiera

DURATA DEL CORSO E CALENDARIO

Il corso avrà durata di 16 ore in formula week end (sabato e domenica).

Le lezioni si svolgeranno il 4 e il 5 dicembre 2021.

REQUISITI DI ACCESSO

Il corso è riservato a chi ha già partecipato al corso “Tecniche di Battilamiera” e consiste in esercitazioni pratiche che i partecipanti svolgono con la guida del docente Andrea Agnoletto.

 

SCHEDA DI ISCRIZIONE

scarica qui e invia a n.verdicchio@pd.cna.it

TERMINE ISCRIZIONI

Sarà possibile iscriversi fino al 02/12/2021.

 

INFORMAZIONI COMPLETE DEL CORSO

Per le informazioni complete del corso vai alla pagina principale da qui.

 

CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO

Il percorso di LABORATORIO di Tecniche di Battilamiera applicate al restauro è suddiviso in 2 sottomoduli:

 

1) Raddrizzatura e saldatura di lamiere di acciaio

  • Le migliori tecniche di raddrizzatura delle lamiere di acciaio fanno parte del bagaglio di conoscenze del maestro battilamiera. È opinione diffusa che per effettuare una saldatura sia necessaria una fonte di calore. Invece, è possibile effettuare l’operazione di saldatura anche a freddo, unendo due lastre metalliche attraverso una deformazione meccanica localizzata del materiale.

 

2) Raddrizzatura e saldatura di lamiere di alluminio

  • Le lamiere di alluminio devono essere trattate con attenzione. L’alluminio è un metallo leggero ma resistente, con un aspetto grigio argento a causa del leggero strato di ossidazione che si forma rapidamente quando è esposto all’aria e che previene la corrosione poiché non solubile. Bisogna primariamente far attenzione a non far superare all’alluminio i 100°C, pena un decadimento del materiale stesso. La carteggiatura deve essere compiuta con attenzione perché provocando calore, potrebbe dilatare l’alluminio pregiudicando la raddrizzatura fatta.
Le tecniche vengono illustrate con dimostrazioni dal vivo, essendo di fatto un vero e proprio laboratorio.

 

SEDE

Il corso si svolgerà a Padova nella sede del CTV (Centro Tecnologico Veneto) in Via San Marco, 47.

 

Percorso formativo aperto a appassionati del restauro e a tecnici del settore rivolto a coloro che intendono apprendere le:

TECNICHE DI BATTILAMIERA APPLICATE AL RESTAURO

 

L’ARTE DEL BATTILAMIERA

La figura del battilamiera sta scomparendo nonostante i lavori di coloro che ancora possono chiamarsi battilamiera siano più opere d’arte che semplici attività.

Si tratta di fatto di un lavoro di altissimo artigianato che richiede anni di esperienza per ottenere una buona manualità nel modellare i metalli a freddo con pochissimi strumenti, il più delle volte costruiti appositamente.

Con la nuova ottica del cambiare ogni pezzo danneggiato questa arte sta scomparendo e trovare dei battilamiera qualificati è sempre più difficile.

 

DURATA DEL CORSO E CALENDARIO

Il corso avrà durata di 16 ore in formula week end (sabato e domenica).

Le lezioni si svolgeranno il 13 e il 14 novembre 2021.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

scarica qui e invia a n.verdicchio@pd.cna.it

TERMINE ISCRIZIONI

Sarà possibile iscriversi fino al 11/11/2021.

 

INFORMAZIONI COMPLETE DEL CORSO

Per le informazioni complete del corso vai alla pagina principale da qui.

 

CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO

Il percorso di formazione di Tecniche di Battilamiera applicate al restauro è suddiviso in cinque sottomoduli:

 

1) Raddrizzatura e saldatura di lamiere di acciaio

  • Le migliori tecniche di raddrizzatura delle lamiere di acciaio fanno parte del bagaglio di conoscenze del maestro battilamiera. È opinione diffusa che per effettuare una saldatura sia necessaria una fonte di calore. Invece, è possibile effettuare l’operazione di saldatura anche a freddo, unendo due lastre metalliche attraverso una deformazione meccanica localizzata del materiale.

 

2) Raddrizzatura e saldatura di lamiere di alluminio

  • Le lamiere di alluminio devono essere trattate con attenzione. L’alluminio è un metallo leggero ma resistente, con un aspetto grigio argento a causa del leggero strato di ossidazione che si forma rapidamente quando è esposto all’aria e che previene la corrosione poiché non solubile. Bisogna primariamente far attenzione a non far superare all’alluminio i 100°C, pena un decadimento del materiale stesso. La carteggiatura deve essere compiuta con attenzione perché provocando calore, potrebbe dilatare l’alluminio pregiudicando la raddrizzatura fatta.

 

3) Principi e tecniche di saldatura ossiacetilenica

  • La saldatura consiste nell’assemblare pezzi metallici, con o senza metallo d’apporto, mediante fusione graduale del metallo di base. Nel caso della saldatura con metallo d’apporto, quest’ultimo deve presentare una temperatura di fusione e caratteristiche meccaniche equivalenti a quelle dei pezzi da assemblare.

 

SEDE

Il corso si svolgerà a Padova nella sede del CTV (Centro Tecnologico Veneto) in Via San Marco.